Fillers acido ialuronico: informazioni sul trattamento

Fillers acido ialuronico: applicazioni nell'estetica del viso

Fillers acido ialuronico

I fillers acido ialuronico: generalità

I fillers acido ialuronico sono una tipologia di filler riassorbibili che consentono di affrontare e risolvere alcuni inestetismi tipici dell'età. L'acido ialuronico, infatti, è una sostanza prodotta dal nostro organismo e presente nei tessuti connettivi e nella pelle. Una delle sue funzioni è stimolare la produzione del collagene, una sostanza che la rende elastica, e quando, a causa dell'invecchiamento, la quantità di acido ialuronico prodotta dall'organismo non è più sufficiente, allora si formano le rughe e i tessuti diventano meno elastici.

I fillers acido ialuronico sono tra i più utilizzati per l'eliminazione delle rughe e il rassodamento del volto perché sono in grado di donare un aspetto naturale ed esiti eccellenti. Proprio perché riassorbibili, però, il loro risultato non è permanente e tende a decadere dopo un anno circa dal trattamento. Tali filler possono essere di derivazione animale o completamente realizzati in laboratorio e assumono l'aspetto di un gel viscoelastico trasparente che, iniettato nelle labbra o nelle rughe, provvede al loro immediato riempimento.

Fillers acido ialuronico: le tecniche utilizzate per l'inoculazione

L'inserimento dei fillers acido ialuronico deve essere effettuato soltanto da medici estetici qualificati. Nonostante l'acido ialuronico sia infatti un filler naturale e generalmente innocuo per la salute, il suo inserimento non è privo di controindicazioni ed effetti collaterali. Tra le tecniche più impiegate per la sua inoculazione c'è la “tunnellizzazione”: il sottile ago della siringa contenente l'acido ialuronico viene inserito parallelamente alla zona da trattare e il prodotto viene espulso in fase di ritiro dell'ago.

Altre tecniche molto utilizzate per l'inserimento del fillers acido ialuronico sono la tecnica “micropomfi” e quella “cross-linked”. Nella prima, l'ago della siringa è quasi perpendicolare all'area da trattare e il medico esegue piccole iniezioni lungo tutta la zona. La tecnica “cross-linked”, invece, prevede l'inserimento dell'ago parallelamente alla cute, in direzione orizzontale e verticale, in modo da dar vita a una sorta di reticolo.

Post-trattamento con fillers acido ialuronico e effetti indesiderati

Dopo l'inoculazione del fillers acido ialuronico da parte del medico estetico, l'area trattata viene disinfettata con una pomata antibiotica e con l'applicazione di cubetti di ghiaccio che hanno la funzione di ridurre le ecchimosi. Dopo la seduta, che generalmente dura circa mezz'ora, è possibile riprendere tutte le attività quotidiane, lavorative e sociali.

Il fillers acido ialuronico è collegato a diversi effetti collaterali: ipersensibilità al prodotto, manifestata con la formazione di edema, eritemi e, in alcuni casi, noduli granulosi; ascessi o cisti nella zona dell'inoculazione, da trattare con cure antibiotiche o, nei casi più gravi, con lo svuotamento chirurgico.

Di a Google che ti piace questo sito!

Accessori di ricerca esterni: